Endocrinologia2022-05-31T15:40:46+02:00

Visita Endocrinologica

L’endocrinologia è la branca della medicina che si occupa di tutte quelle situazioni fisiologiche e patologiche legate alla funzionalità degli ormoni e delle ghiandole che li secernono, quali tiroide, paratiroidi, ipofisi, gonadi, ghiandole surrenali e pancreas endocrino (es. ipo/ipertiroidismo, tiroiditi, tumori tiroidei, malattie del metabolismo osseo/osteoporosi, sindrome dell’ovaio policistico).

Attraverso la visita specialistica endocrinologica è possibile individuare o escludere la presenza di disturbi alle ghiandole endocrine, che insorgono quando la produzione ormonale risulta essere insufficiente o in eccesso rispetto al fabbisogno dell’organismo.

In cosa consiste la visita?
La visita endocrinologica non è invasiva e non comporta dolore per il paziente. La prima fase della visita consiste nella raccolta di informazioni relative alla storia clinica e familiare del paziente e agli eventuali sintomi riportati. Segue una visita clinica mirata e successivamente la prescrizione di esami di laboratorio specifici da effettuare. Molto importante è anche il ricorso alla diagnostica per immagini (es. ecografia tiroidea, MOC DEXA): la visualizzazione degli organi endocrini può infatti essere rivelatrice della presenza di anomalie. I risultati degli esami vengono valutati dallo specialista nelle successive visite di controllo, con conseguente definizione di un programma terapeutico.

Quanto dura?
Generalmente una visita di questo tipo dura dai 20 ai 40 minuti.

Visita Diabetologica

La Diabetologia è una specializzazione dell’endocrinologia che si occupa della diagnosi e cura del diabete mellito e della sindrome metabolica. Il diabete è una patologia cronica assai diffusa, caratterizzata da elevati livelli di glucosio nel sangue (iperglicemia), causati da difetti della secrezione e/o dell’attività dell’insulina.

La visita diabetologica ha l’obiettivo di definire la presenza della malattia diabetica, valutare le eventuali complicanze già presenti (es: patologie del sistema cardiovascolare, disfunzione renale), inquadrare altre anomalie cliniche e di laboratorio già presenti (es: pressione elevata, eccesso di colesterolo o trigliceridi nel sangue), predisporre il successivo programma di cura dietetico-comportamentale e farmacologica.

In cosa consiste la visita?
La visita diabetologica non è invasiva e non comporta dolore per il paziente. Nella prima fase della visita lo specialista raccoglie tutte le informazioni importanti della storia del paziente in termini di anamnesi familiare, storia clinica, documentazione precedente, referti degli esami di laboratorio. Segue un esame clinico globale che prevede il controllo di peso, altezza, pressione arteriosa e rilevazione di segni o sintomi legati alle eventuali complicanze del diabete. Sulla base di questi dati, lo specialista imposta la terapia, istruisce il paziente sulle misurazioni da effettuare con regolarità  a domicilio (cadenze e modalità dell’automonitoraggio della glicemia, verifica della pressione arteriosa), fornisce informazioni sull’alimentazione e sull’attività fisica da seguire e fissa ulteriori incontri specialistici, prescrivendo esami di laboratorio e strumentali per lo studio delle complicanze della malattia diabetica.

Quanto dura?
Generalmente una visita di questo tipo dura dai 20 ai 40 minuti.

Ecografia tiroidea

L’ecografia tiroidea si esegue per valutare se la ghiandola abbia dimensioni superiori o inferiori alla norma, se vi siano noduli tiroidei, se la struttura della tiroide sia omogenea o disomogenea. Viene prescritta generalmente dallo specialista endocrinologo quando dagli esami del sangue si riscontrano valori alterati degli ormoni tiroidei o positività degli anticorpi anti-tiroide, oppure per un ingrossamento della ghiandola o per la presenza di noduli alla palpazione.

L’esame è totalmente indolore, sicuro, non invasivo e non richiede preparazione specifica.

Torna in cima